CHILDREN ON THE MOVE

La Fondazione Marista per la Solidarietà Internazionale, in occasione del suo decimo anniversario, ha deciso di lanciare un contest fotografico a cui potranno partecipare tutti i bambini e gli adolescenti delle scuole e dei Centri Maristi nel mondo.

“La bimba col fiore”
di Jherssy Mateo Urrego Cano – Medellin, Colombia

“La montagna di Brisas de Oriente”
di Jherssy Mateo Urrego Cano – Medellin, Colombia

“Nel patio della mia casa”
di Jackeline Usuga Galeano – Medellin, Colombia

“Insieme”
Instituto San José Marista de Morón – Argentina

“Accettare le diversità”
di Martina Rodriguez e Victoria Mancy – Instituto San José Marista de Morón – Argentina

“Muri”
del Centro Social Marista Ir. Henri – Fazenda Rio Grande, Paraná, Brasil

“Diversità”
del Centro Social Marista Ir. Henri – Fazenda Rio Grande, Paraná, Brasil

“Super chino Lindo”
di Juan Ignacio Cangas

“Gioco di squadra”
di scuola media paritaria “Fratelli Maristi” – Cesano Maderno

“I tuoi capricci sono la sofferenza d’altri”
di Daniel Martinez, Mario Gutierrez, Claudia Guerrero e Carlota Blanco – Colegio Maristas Centro Cultural Vallisoletano, Valladolid, Spagna

“A passi di danza”
di Maria Sofia Panico – Giugliano, Napoli

“Sci in Slovenia”
di Di Falco

“Casa nostra”
di Michel Sofía Graciano Piedrahita – Medellin, Colombia

“Diritto di tutti i bambini a essere felici con l’acqua pulita”
di Michel Andrea Gutiérrez Vásquez – Medellin, Colombia

“La nostra casa”
di Michel Andrea Gutiérrez Vásquez – Medellin, Colombia

“Il diritto di essere felice”
di Cristian Camilo Muñoz Amaya – Medellin, Colombia

“La mia sfida quotidiana: asciugare la camicia”
di Cristian Camilo Muñoz Amaya – Medellin, Colombia

“Diritto alla casa”
di Andry Shirley Garcés – Medellín, Colombia

“L’orgoglio della conoscenza”
di Fratello Eugenio Sanz – Scuola di Molouvibazar, Bangladesh

“Ostacoli”
di Fratello Eugenio Sanz – Scuola di Molouvibazar, Bangladesh

“Non fermarti”

“Correre in libertà”
di scuola media paritaria “Fratelli Maristi” – Cesano Maderno

“Enxo”
del Centro Social Marista Irmão Panini – Guaraqueçaba, Paraná, Brasil

“Condividere con mio fratello”
di Vicente Gallardo, Esteban Vergara, Eduardo del Canto – Ciudad Rancagua, Cile

“Il mio ambiente collegiale”
di Diego Ponce Ramirez – Cile

“Il ponte per andare a scuola”
di Andry Shirley Garcés – Antioquia, Colombia

“Nosotros en la calle” 
di Gabriela Fernanda dos Santos Lima – Curitiba, Brasil

 

“I tetti della Torre”
di Karen Dahiana Ceballos Sánchez – Medellin, Colombia

“La Torre”
di Karen Dahiana Ceballos Sánchez – Medellin, Colombia

“Un nuovo inizio”
di Jherssy Mateo Urrego Cano – Medellin, Colombia

“Speranza in movimento”
di Antonio D’Aniello – Giugliano, Napoli

“Prospettive”
di Ludovica Barattiero – Giugliano, Napoli

“Insieme”
di Giovanna Liccardo – Giugliano, Napoli

“Il salto”
di Mario Porcaro – Giugliano, Napoli

“Libertà in movimento”
di Angelo Capasso – Giugliano, Napoli

“La mia passione”
di Teresa Gatta – Giugliano, Napoli

“La grotta della poesia”
di Eliano Quaranta – Giugliano, Napoli

“Gioia ed entusiasmo”
di Virginia Iovinella – Giugliano, Napoli

“Il calcio”
di Antonio Pirozzi – Giugliano, Napoli

“A cavallo”
di Francesca Spasiano – Giugliano, Napoli

“Controcorrente”
di Giuseppe Palma – Giugliano, Napoli

“Spontaneità”
di Alessandro Malagrin – Giugliano, Napoli

“Amore per lo sport”
di Pasquale Pecoraro – Giugliano, Napoli

“In aiuto di papà”
di Sabrina Palma – Giugliano, Napoli

“Imparare a sciare”
di Teresa Napoletano – Giugliano, Napoli

“Nel vento”
di Alessia Sestile – Giugliano, Napoli

“La gioia di muoversi”
di Annalisa Tagliatella – Giugliano, Napoli

“Come centrare l’obiettivo”
di Giuseppe Piccirillo – Giugliano, Napoli

“A passeggio con il cane”
di Gianmarco Massimo – Giugliano, Napoli

“Autoritratto”
di Anna Giulia Abbate – Giugliano, Napoli

“Reframing our lives”
di Helena Ji Cubiella Salgado, Clara Sobrino Gómez, Iria Egea Fernández – Colegio Marista Santa Maria Ourense – Spagna

“A Tivoli”
di Maria Rosaria Vacca – Giugliano, Napoli

“Grande gioia e libertà”
di Angela D’Alterio – Giugliano, Napoli

“Quotidianità”
di Marta Leone – Giugliano, Napoli

“Scherma”
di Ciro Ammendola – Giugliano, Napoli

“Io e mia sorella”
di Francesca Tagliatella – Giugliano, Napoli

“Sport è condivisione”
di Raffaele Cantone – Giugliano, Napoli

“I compiti”
di Cristiano Scognamiglio – Giugliano, Napoli

“A canestro”
di Carola Andreozzi – Giugliano, Napoli

“La torre di Pisa”
di Ludovica Scala – Giugliano, Napoli

“Siamo specchi dell’altro” dell’Instituto San José Marista de Morón – Argentina

“Giochi in spiaggia”
di Emanuele Cerullo – Giugliano, Napoli

“Io e il mio papà il movimento della sua continua protezione”
di Alessio Terracciano scuola primaria F.Maristi Giugliano

“La danza ovunque”
di Abbate Cecilia Andrea – Giugliano, Napoli

“Nonni”
Instituto San José Marista de Morón – Argentina

“Mani”
Instituto San José Marista de Morón – Argentina

“Il movimento del mondo”
di Granata Francesca – Giugliano, Napoli

“Gambe in movimento”
di Viviana Vollaro – Giugliano, Napoli

“Grande amore”
di De Stasio – Giugliano, Napoli

“Capelli al vento”
di Zoe Pianese – Giugliano, Napoli

“Lampioni”
di Olga Picascia – Giugliano, Napoli

“Un’estate indimenticabile”
di Maria Maddalena Ferraro – Giugliano, Napoli

“La musica muove dentro e fuori”
di Falivene Adelmo – Giugliano, Napoli

“Fratellanza”
dell’Instituto San José Marista de Morón – Argentina

“Piscina”
di Ciccarelli Anna – Giugliano, Napoli

“Ogni giorno diverso”
di Vicenzo Di Fiore – Giugliano, Napoli

“Il mare della mia città”
di Maria Giovanna Graziano – Giugliano, Napoli

“Lo sport è vita”
di Maria Carla Carleo – Giugliano, Napoli

“Hair in motion”
di Samuele Polito – Giugliano, Napoli

“Sentimenti che vanno dallo scrutare l’avversario, all’impulso di tirare  verso la porta ” nemica” cercando di sorprendere il portiere “ di Gaetano Palma – Giugliano, Napoli

“Ai Maristi faccio canestro” di Lorenzo Pezzella – Giugliano, Napoli

“In libertà”
di Maria Cristina Carleo – Giugliano, Napoli

“Sulla spiaggia”
di Anna Laura De Vicenzo – Giugliano, Napoli

“Momento di gioia nella mia città”
di Benedetta Tortora – Giugliano, Napoli

Chiudi il menu

The Institute of the Marist Brothers (FMS: Fratres Maristae a Scholis), founded in France in 1817 by St. Marcellin Champagnat, is the second largest congregation of Brothers in the Catholic Church.  

An encounter with a dying young man, Jean-Baptiste Montagne, who knew nothing of his faith and was barely able to read, proved to be the defining moment for Marcellin Champagnat.  Soon after the boy’s death, St. Marcellin put into motion his vision.  “We need brothers,” he said, who will give their lives in the service of children and young people, especially those most in need and neglected by society.  

Champagnat, a man of great faith and trust in God’s providence, dedicated his early followers to Mary, sending them among young people, especially those least favored, to “make Jesus known and loved.”  The initial focus of his work was to provide education for children in rural, areas since this was a pressing need at the time, and provided an opportunity for their faith development.  

Today the community numbers about 3,000 members.  They are joined by a network of nearly 40,000 lay people and reach over 700,000 children and young people in 80 countries.  You will find this Marist network working in schools and universities, pastoral and social centers, youth movements and youth programs and wherever they find young people most in need.

El Instituto de los Hermanos Maristas (FMS: Fratres Maristae a Scholis), fundado en Francia en 1817 por San Marcelino Champagnat, es la segunda congregación de hermanos más numerosa de la Iglesia Católica.

Un encuentro con un joven moribundo, Jean-Baptiste Montagne, que no sabía nada acerca de su fe y que era apenas capaz de leer, se reveló como el momento decisivo para Marcelino Champagnat. Inmediatamente después de la muerte del niño, San Marcelino puso en práctica su visión. “Necesitamos hermanos”, dijo, que den sus vidas al servicio de los niños y jóvenes, especialmente los más necesitados y olvidados por la sociedad.

Champagnat, un hombre de gran fe y confianza en la providencia de Dios, consagró sus primeros seguidores a María, enviándoles entre los jóvenes, especialmente los más desfavorecidos para “dar a conocer a Jesús y hacerlo amar”. El primer objetivo de su trabajo fue ofrecer una educación a los niños de las zonas rurales, porque era una necesidad urgente en aquel tiempo, ofreciéndoles así una oportunidad para crecer en la fe.

En la actualidad los miembros de la congregación son unos 3.000. Junto a ellos trabaja una red de unos 40.000 laicos que atienden a más de 700.000 niños y jóvenes en 80 países. Esta red marista trabaja en colegios y universidades, centros sociales y  pastorales, movimientos juveniles y programas de formación para la juventud y en cualquier lugar en el que encuentren jóvenes necesitados.

Congregazione dei Fratelli Maristi (FMS: Fratres Maristae a Scholis) fu fondata in Francia nel 1817 da S. Marcellino Champagnat ed è oggi la seconda congregazione maschile (di fratelli) della Chiesa per numero di professi.
L’incontro con Jean-Baptiste Montagne, un giovane di 17 anni in punto di morte, analfabeta e senza formazione religiosa, fu un momento cruciale per Marcellino Champagnat. Poco dopo la morte del giovane, egli volle dare seguito ad un’idea che gli era balenata in seminario. “Abbiamo bisogno di fratelli”, disse, “che diano la loro vita per il servizio ai bambini e ai giovani, specialmente quelli più bisognosi e dimenticati dalla società”.
Champagnat, un uomo di grande fede e fiducia nella Provvidenza divina, consacrò i suoi primi seguaci a Maria e li mandò tra i giovani, specialmente i più emarginati, per “far conoscere ed amare Gesú”. Fin dall’inizio la sua missione fu incentrata su bambini n età scolare delle zone rurali, poiché l’istruzione era una necessità urgente al tempo e poiché rappresentava una formidabile opportunità di evangelizzazione.
Oggi la Congregazione annovera circa 3.000 religiosi affiancati da quasi 40.000 laici; insieme essi assistono più di 700.000 bambini e giovani in 80 paesi del mondo.
I Maristi, religiosi e laici, prestano la loro opera in scuole e università, centri pastorali e sociali, movimenti e programmi giovanili e ovunque ci siano bambini e giovani bisognosi da assistere
.