Il progetto in breve

Il progetto mira a prevenire la diffusione di Covid 19 e gli effetti negativi del lockdown, come la violenza di genere e l’abbandono scolastico, attraverso campagne di informazione e sensibilizzazione, supporto all’apprendimento online e offerta di borse di studio per le ragazze in particolare necessità.

 

Contesto

In Malawi, a causa dell’accesso limitato a internet e alla rete di telefonia mobile, le comunità rurali come quelle di Likuni e Balaka, non sono informate sul Covid 19 e sulle misure da adottare per la prevenzione, aumentando la loro condizione di vulnerabilità alla diffusione del virus. In molte parti del paese durante il periodo di lockdown le donne e le ragazze sono state maggiormente vittime di violenza e abusi. I casi di violenza sessuale sono aumentati del 150 per cento, il numero di bambine vittime di matrimonio precoce forzato è accresciuto esponenzialmente a causa della chiusura delle scuole e dell’aumento della povertà delle famiglie per l’epidemia del virus. In 6 mesi, le gravidanze precoci nella zona di Likuni e Balaka sono state 7.440.

Dal punto di vista scolastico, le iniziative volte ad offrire un’istruzione continua agli studenti durante il lockdown sono state rivolte solo agli studenti regolari ma non a quelli che frequentano le scuole per programmi di recupero scolastico e istruzione informale. Per tutte queste ragioni molti studenti, in particolare ragazze, sono diventate vulnerabili e a rischio di un nuovo abbandono scolastico.

 

Scopo del progetto

Per informare adeguatamente la popolazione di Likuni e Balaka sul Covid 19, il progetto ha sostenuto una campagna di informazione attraverso vari canali di comunicazione come l’affissione di poster, l’organizzazione di visite itineranti alle comunità e gli incontri con i leader comunitari. La campagna ha assicurato che una informazione corretta sul COVID-19 raggiungesse la popolazione locale e incoraggiato la popolazione a prendere le misure di prevenzione appropriate.

Insieme alla campagna contro il Covid, sono state realizzate presso le comunità delle attività di sensibilizzazione contro la violenza di genere, i matrimoni precoci, e l’abbandono scolastico attraverso messaggi radio, affissione di poster in posti strategici, incontri con i leader delle comunità e delle autorità locali e la formazione di studenti per la sensibilizzazione dei loro coetanei. I membri dei gruppi locali per la promozione della donna – Girls Empowerment Clubs e Mother Group –  hanno partecipato come facilitatori. Il progetto ha inoltre messo a disposizione 18 borse di studio per ragazze vittime di matrimoni precoci, in gravidanza in stato di necessità.

Per garantire che gli studenti delle scuole informali Marist Open di Likuni e Balaka potessero continuare la loro istruzione e non abbandonare la scuola, il progetto ha anche finanziato un sistema per l’apprendimento online e di biblioteca virtuale attraverso l’uso di telefoni cellulari.

 

Il Progetto in numeri

26.400 persone adeguatamente informate su Covid 19 e misure da adottare per la prevenzione
25.877 persone raggiunte dalle attività di sensibilizzazione contro la violenza di genere
e matrimoni precoci

122 ragazze e loro famiglie contattate direttamente dalle attività peer-to-peer per prevenire il loro abbandono scolastico

18 ragazze in stato di necessità hanno beneficiato delle borse di studio

15 leader comunitari coinvolti nella attività di sensibilizzazione e formazione con ricaduta positiva presso le loro comunità

24 studenti (ragazzi e ragazze) formati per svolgere attività di sensibilizzazione e counseling verso i loro coetanei

1240 studenti hanno accesso alla biblioteca virtuale e all’insegnamento online
1000 studenti hanno ricevuto materiale per la prevenzione del Covid 19

 

Obiettivi Sviluppo Sostenibile: 4, 5, 8, 10

Obiettivi Laudato si : 2