MESSICO

Una vita con dignità - Diritti, parità di genere ed equità per gli adolescenti e giovani delle minoranze indigene

Il progetto “Una vita con dignità – Diritti, parità di genere ed equità per gli adolescenti e giovani delle minoranze indigene” ha l’obiettivo di offrire ai giovani, specialmente quelli che appartengono alle comunità indigene, conoscenze e competenze per il loro inserimento scolastico e lavorativo, contribuendo alla loro inclusione sociale e alla riduzione della povertà.

La città di San Cristobal de las Casas, in Chiapas, è la meta della popolazione indigena in cerca di migliori condizioni di vita. Essendo in situazione di vulnerabilità e svantaggio sociale, bambini e adolescenti vivono in contesti ai margini della società, non frequentano la scuola, soffrono di malnutrizione, non accedono alle cure mediche di base e ad una abitazione adeguata, sono a rischio di essere vittime del traffico, violenza domestica, consumo di droghe e prostituzione. Circa l’80% degli adolescenti ha condotte antisociali che minano la loro salute mentale e ostacolano il loro corretto sviluppo verso l’età adulta.

Il progetto realizzato con l’associazione Chantiik taj Tajinkutik A. C. offre uno spazio al di fuori della scuola per l’istruzione e l’apprendimento di un lavoro, la promozione umana e la protezione di questi ragazzi al fine di ridurre la loro vulnerabilità agli abusi e alla discriminazione, prevenirne la criminalizzazione, promuovere la conoscenza dei loro diritti e il rafforzamento delle loro capacità per migliori opportunità di lavoro e di reddito.

Beneficiari del progetto sono 30 ragazzi dai 12 ai 25 anni di famiglie indigene che sono arrivate a San Cristobal dalle comunità delle montagne del Chiapas per lavorare o studiare, che vivono in situazione di svantaggio, discriminazione e sono vittime di abusi.

Le tre componenti principali del progetto sono:

Scuola – Attraverso il supporto scolastico e le attività di formazione con un focus speciale sui diritti e la parità di genere, i beneficiari acquisiscono capacità e strumenti adeguati per potersi reinserire nel percorso scolastico o ottenere una opportunità lavorativa presso ristoranti, agenzie di viaggio, hotel e panetterie.

Nutrizione – Tutti I beneficiari ricevono una merenda che aiuta a migliorare lo stato nutrizionale generale considerando che molti di loro non usufruiscono di nessun altro pasto durante il giorno

Supporto psicologico – La situazione di deprivazione e povertà che i beneficiari affrontano ogni giorno ha conseguenze sul contesto familiare e la maggior parte dei bambini vive in un contesto familiare violento. Il progetto offre supporto psicologico ad ogni ragazzo che entra nel progetto e, su richiesta, anche alla famiglia.

Tutte le attività educative sono rivolte a formare i ragazzi come soggetti responsabili, capaci di stabilire sane relazioni in famiglia e nella loro vita sociale in generale, fieri delle loro radici culturali e consapevoli dei loro diritti e responsabilità.

previous arrow
next arrow
Slider