Fondazione Marista per la Solidarietà Internazionale

CHI SIAMO

La Fondazione Marista per la Solidarietà Internazionale Onlus è stata istituita per uno scopo: fare del mondo un posto migliore per i bambini e i giovani.

MISSIONE E VISIONE

La nostra visione:

Crediamo e ci adoperiamo per realizzare un mondo migliore per i bambini e le bambine. Un mondo in cui i bambini siano benvenuti e accolti a pieno titolo come cittadini. Un mondo in cui i bambini siano riconosciuti come membri attivi delle loro comunità e della società.

La nostra missione:

La Fondazione Marista intende promuovere i diritti dei bambini e la loro dignità, rafforzando essi stessi e le comunità in cui vivono attraverso la pratica della giustizia, della non violenza, della solidarietà e dell’educazione.

I nostri valori:

I nostri valori sono: solidarietà, fraternità, giustizia, promozione del benessere dei bambini e dei giovani, rispetto della diversità e dignità umana.

La nostra storia

Nata nell’ottobre del 2007, la Fondazione, ispirata al carisma di San Marcellino Champagnat e promossa dalla Congregazione dei Fratelli Maristi delle Scuole, opera nel mondo per i diritti dei bambini e degli adolescenti, con l’obiettivo di garantire loro migliori condizioni di vita, di salute e di sicurezza. Il principio guida attraverso cui opera FMSI è la promozione dell’educazione come strumento efficace per proteggere e rispettare i diritti dei giovani, e ridare loro protagonismo rendendoli agenti attivi della trasformazione sociale delle loro comunità. Un mondo dove l’infanzia sia rispettata e garantita, libera da violenza e paura. Secondo la Fondazione Marista per la Solidarietà Internazionale, questo è un mondo possibile.

2005 - Si nomina il primo Fratello Marista per lavorare nell’ambito dei diritti dell’infanzia
2006 - Accordo di collaborazione con Franciscans International
2007 - Nasce FMSI
2008 - FMSI entra nel Bureau International Catholique de l’Enfance (BICE)
2009 - Costituzione del gruppo di discussione BICE in Cile
2010 - Integrazione nelle reti Child Rights Connect e Centre Catholique International de Genève (CCIG)
2011 - Ottenimento dello status consultivo ECOSOC
2012 - Creazione dell’Osservatorio “Niñez y Adolescencia” in Cile
2013 - Nasce FMSI Cono Sur
2014 - FMSI entra nel Movimiento Mundial por la Infancia – Latinoamérica y Caribe (MMI-LAC) FMSI entra nel Consiglio direttivo del CCIG
2015 - Costituzione del gruppo di discussione BICE in Brasile
2016 - Accordo di collaborazione con Instituto Interamericano del Niño (Organización de Estados Americanos)
2017 - Accordo di collaborazione con l’Università Gregoriana di Roma FMSI entra nel Consiglio di Amministrazione del BICE

La storia di FMSI Cono Sur


2009 - Accordo di collaborazione con l’Università Gregoriana di Roma FMSI entra nel Consiglio di Amministrazione del BICE
2012 - Creazione dell’ Osservatorio Infanzia e Adolescenza in Cile, Relazione RPU Perù
2013 - Corso di Diploma in Diritti dell’Infanzia Università Marcelino Champagnat a Lima. Formazione in diritti dell’infanzia, Fondazione Gesta, Cile. Costituzione Ufficio FMSI Cono Sur
2014 - Relazione RPU Bolivia e Cile. Integrazione alla rete MMI-LAC
2015 - Organizzazione del gruppo di discussione BICE in Brasile. Relazione alternativa del Cile al Comitato sui Diritti dell’Infanzia
2016 - Relazione RPU Paraguay
2017 - Relazione RPU Paraguay. Organizzazione del gruppo di discussione BICE in Argentina

Nel 2013 si costituisce l’ufficio di FMSI Cono Sur.
I suoi obiettivi principali sono:

  • coordinare strategie per rafforzare la presenza di FMSI nella regione, approfittando del suo accesso al finanziamento e la sua presenza alle Nazioni Unite;
  • coordinare l’attività di incidenza politica e sociale in base alle informazioni ricavate sui bambini.
    L’ufficio di FMSI Cono Sur ha lavorato in collaborazione con la Rete Interamericana di Solidarietà Marista, che raduna le iniziative che si svolgono in 21 paesi del continente, dal Canada all’Argentina.

La nostra Organizzazione

Consiglio di Amministrazione

Michael De Waas, FMS (Sri Lanka)

Jimena Djauara Grignani (Brasile),
Vice Presidente

Allen Sherry, FMS (Australia)

Libardo Garzón, FMS (Colombia)

Gianfranco Cattai (Italia)

Inmaculada Maillo (Spagna)

Presidente

Michael De Waas, FMS (Sri Lanka)

Direttore

Marzia Ventimiglia

Amministrazione

Sara Panciroli

FMSI Cono Sur

Analía Ruggeri
Coordinatore

Unità Raccolta fondi e progetti

Federica De Benedittis
Coordinatore

Angela Petenzi
Project Officer

Francesco Mastrorosa
Project Support Service

Unità Diritti dell’infanzia

Álvaro Sepúlveda, FMS
Coordinatore

Richard Carey, FMS
Child Rights Officer

Sara Panciroli
Child Rights Assistant

Statuto e Rapporti Annuali

Statuto

Rapporti annuali

Collabora con noi

Posizione aperte con FMSI

Per candidarti scrivi a fmsi@fmsi-onlus.org per maggiori informazioni.

In questo momento non ci sono posizione aperte

Se vuoi intraprendere un’esperienza di volontariato con noi manda una breve lettera di presentazione in cui specifichi i tuoi settori di interesse, la tua disponibilità di tempo ed eventuali altre informazioni utili (se volontariato part time, se disponibile o interessato a viaggiare, ecc.) a fmsi@fmsi-onlus.org
Allega anche il tuo curriculum vitae.

Diventa volontario

Stage e Internship

Se sei interessato a fare un’esperienza di stage con FMSI scrivici e cercheremo di capire insieme la migliore procedura da attivare.

Editoriali

Il Presidente

È un onore fare parte del gruppo della nostra FMSI, la Fondazione Marista per la Solidarietà Internazionale Onlus, ed è un piacere fare questa presentazione per celebrare il 10° anniversario della creazione della Fondazione.  Queste pagine vi illustreranno alcuni dei risultati, frutto del nostro impegno, ottenuti in materia di diritti dell’infanzia, progetti di solidarietà e di networking con altre organizzazioni.

In quanto ente giuridico riconosciuto dall’Italia, paese membro delle Nazioni Unite, ed avendo ottenuto lo status consultivo speciale presso il Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC), la nostra Fondazione FMSI è accreditata per potere operare con l’ONU. Abbiamo quindi la possibilità di partecipare a coalizioni e a campagne insieme ad altre ONG e fondazioni di simile ispirazione, di collaborare in gruppi di lavoro sui diritti dell’infanzia e di contribuire con la nostra esperienza e competenza marista maturata nei due secoli di lavoro con i minori a livello internazionale, promuovendo i loro diritti.

Grazie a questo riconoscimento internazionale, nell’esercitare il nostro ruolo di promotori dei diritti dell’infanzia, abbiamo avuto la grande fortuna di ottenere, negli ultimi dieci anni, importanti risultati nella realizzazione degli obiettivi della nostra missione marista. Abbiamo contribuito in modo sostanziale a migliorare la vita e le condizioni dei giovani di tutto il mondo, in particolare dei poveri e dei più bisognosi.

Avendo riorganizzato e rafforzato la Fondazione, oggi contiamo su una squadra di professionisti che operano come membri del Consiglio di Amministrazione e di personale molto competente impegnato a promuovere con forza la nostra missione e visione. Sono orgoglioso di dire che la Fondazione è cresciuta nel tempo e nella capacità di affrontare le sfide che i giovani vivono nel mondo d’oggi.

A nome di tutta l’organizzazione, desidero esprimere riconoscimento ed apprezzamento ad ognuno di voi che avete sostenuto il nostro lavoro per raggiungere questi traguardi. Un ringraziamento speciale va al nostro staff che ogni giorno si impegna a fondo per realizzare gli obiettivi.   

Rivolgiamo la nostra preghiera a Gesù, a Maria e a San Marcellino affinché continuino a proteggere e a benedire la Fondazione e i suoi membri in futuro!

Cordiali saluti,

Michael De Waas, fms

Il Direttore Generale

I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta” scriveva de Saint-Exupéry, aprendo il primo capitolo del suo capolavoro. Ogni adulto dovrebbe essere guidato dalla prospettiva dei bambini, stella polare di ogni suo agire: “Lasciati guidare dal bambino che sei stato” diceva Saramago, perché solo così troverai la giusta strada. I bambini sono i depositari di un’idea di società migliore, inclusiva, solidale, non violenta: proprio per questo abbiamo scelto una bambina (la nostra Pachita immaginaria, simbolo dell’infanzia nel mondo) per raccontare i “primi” dieci anni di lavoro FMSI, in occasione di questa importante ricorrenza dell’universo marista.

Nata nell’ottobre del 2007, da allora la Fondazione opera nel mondo per i diritti dei bambini e degli adolescenti, con l’obiettivo di garantire loro migliori condizioni di vita, di salute e di sicurezza e consentendogli di crescere e svilupparsi nel migliore dei modi, lavorando per dimostrare che un mondo migliore - dove l’infanzia sia rispettata e garantita, libera dalla violenza e la paura - è davvero possibile.

Oggi, proprio in occasione del nostro anniversario, stiamo tracciando la rotta dei prossimi cinque anni a partire da una nuova strategia: una rotta studiata per i bambini e a partire dalla loro prospettiva. Un nuovo inizio che si avvarrà di nuove competenze professionali per rafforzare le capacità interne della Fondazione, assicurare una gestione di alta qualità, incrementare il flusso di fondi esterni e rendere la comunicazione più efficace, al fine di raccontare anche all’esterno le sfide, gli obiettivi raggiunti e i numeri di FMSI.

Si tratta di numeri importanti: nell’arco di questi dieci anni, l’azione di solidarietà marista è infatti arrivata in 59 paesi del mondo, con 256 progetti, più di 6 milioni di euro messi in campo per azioni di inclusione, educazione, giustizia sociale, cooperazione allo sviluppo, tutti volti al riconoscimento dei bambini e degli adolescenti come parte attiva e capace di profondo cambiamento della società e delle comunità locali. Su un euro donato alla Fondazione, 91 centesimi vanno in azioni dirette a tutela e supporto dell’infanzia e dei suoi diritti; 9 centesimi al funzionamento della “macchina”.  Molte inoltre le azioni avviate negli ultimi mesi: dal progetto di Haiti, per tutelare i bambini in condizione di schiavitù e vittime di maltrattamenti, alla costruzione di una più solida rete tra le organizzazioni mariste nel mondo; al Progetto New Horizon volto a lanciare un profondo rinnovamento delle scuole mariste nel mondo e di coloro che le portano avanti, laici e fratelli uniti per creare un mondo sicuro e accogliente per le future generazioni. Un lavoro enorme, che merita di essere valorizzato.

Tuttavia l’esperienza sul campo ci dice anche, in alcuni contesti, che la scuola come “unica depositaria” dell’educazione non è più sufficiente: non sempre i bambini possono frequentare la scuola, vuoi per fattori esterni, vuoi per scelta dei loro stessi genitori. È lì che va ripensato il nostro metodo ed è lì che educazione formale e informale devono camminare insieme, uscendo dalle scuole per andare sulle strade, nelle case, ovunque sia necessario. Dobbiamo essere pronti a scalare montagne, adottando anche percorsi diversi, metodi educativi e formativi non convenzionali: tutto pur di raggiungere i nostri traguardi. Un cammino lungo e faticoso che siamo chiamati a percorrere insieme, dando il nostro meglio come comunità marista di laici e fratelli.

È da qui che partirà il nuovo inizio della Fondazione Marista: dai nostri bambini, soggetti attivi della società, centro della nostra azione, futuro del mondo.

Marzia Ventimiglia

Close Menu

Congregazione dei Fratelli Maristi (FMS: Fratres Maristae a Scholis) fu fondata in Francia nel 1817 da S. Marcellino Champagnat ed è oggi la seconda congregazione maschile (di fratelli) della Chiesa per numero di professi.
L’incontro con Jean-Baptiste Montagne, un giovane di 17 anni in punto di morte, analfabeta e senza formazione religiosa, fu un momento cruciale per Marcellino Champagnat. Poco dopo la morte del giovane, egli volle dare seguito ad un’idea che gli era balenata in seminario. “Abbiamo bisogno di fratelli”, disse, “che diano la loro vita per il servizio ai bambini e ai giovani, specialmente quelli più bisognosi e dimenticati dalla società”.
Champagnat, un uomo di grande fede e fiducia nella Provvidenza divina, consacrò i suoi primi seguaci a Maria e li mandò tra i giovani, specialmente i più emarginati, per “far conoscere ed amare Gesú”. Fin dall’inizio la sua missione fu incentrata su bambini n età scolare delle zone rurali, poiché l’istruzione era una necessità urgente al tempo e poiché rappresentava una formidabile opportunità di evangelizzazione.
Oggi la Congregazione annovera circa 3.000 religiosi affiancati da quasi 40.000 laici; insieme essi assistono più di 700.000 bambini e giovani in 80 paesi del mondo.
I Maristi, religiosi e laici, prestano la loro opera in scuole e università, centri pastorali e sociali, movimenti e programmi giovanili e ovunque ci siano bambini e giovani bisognosi da assistere
.