Il progetto è finanziato da Misean Cara e rappresenta il proseguo dell’iniziativa “Rafforzare la società civile boliviana nel contesto dell’Esame Periodico Universale (UPR)”, implementato in Bolivia nel 2018-2019 da FMSI, International Catholic Center of Geneva (CCIG), Edmund Rice International (ERI) insieme a una coalizione di 19 attori della società civile in Bolivia a difesa dei diritti dei bambini, dei giovani e delle donne nel loro paese. All’interno del progetto, 45 difensori dei diritti umani, appartenenti alle 19 organizzazioni locali e internazionali partecipanti, sono stati formati sui meccanismi delle Nazioni Unite per la promozione e la protezione dei diritti umani, in particolare l’UPR.

La Bolivia è stata riesaminata nell’ambito dell’UPR nel 2019 e sarà riesaminata dalla CRC nel 2021. Si tratta di un’opportunità unica per la società civile boliviana di promuovere l’attuazione dei diritti delle donne, dei giovani e dei bambini, monitorando le 28 raccomandazioni derivanti dall’attività di lobbying portata avanti della coalizione locale nel primo progetto. Per questo motivo, FMSI, CCIG e ERI hanno lavorato su questa nuova iniziativa che si concentra su partecipazione dei bambini e dei giovani, violenza di genere e lavoro minorile. Il progetto è stato approvato da Misean Cara a maggio 2021 e avrà inizio a dicembre 2021.

Il progetto “Diritti dei bambini e delle donne in Bolivia: follow-up sulle raccomandazioni degli organismi delle Nazioni Unite” consentirà alle organizzazioni della società civile coinvolte di: affrontare le violazioni dei diritti umani e di valutare la conformità dello Stato agli obblighi in materia di diritti umani (risultato 1); e alle donne e ai bambini vulnerabili di essere più consapevoli dei loro diritti e meglio attrezzati per difenderli (Risultato 2).

Verrà quindi rafforzata la capacità dei rappresentanti delle organizzazioni della società civile di monitorare e dare seguito alle raccomandazioni internazionali sui diritti dei bambini e delle donne, promuovendo il diritto alla partecipazione degli adolescenti e dei giovani e la loro capacità di difendere i propri diritti. Le attività includeranno:

  • un corso on-line su come dare seguito alle raccomandazioni UPR e CRC;
  • la creazione di un gruppo di Organizzazioni della società civile a capo dell’attività di monitoraggio; un ciclo di formazione per i giovani sul diritto alla partecipazione;
  • eventi di sensibilizzazione sulla difesa dei diritti dei bambini utilizzando i social media;
  • raccolta di dati quantitativi e qualitativi sul lavoro minorile, con il supporto del mondo accademico; creazione di spazi educativi per consentire ai bambini lavoratori di difendere i propri diritti e far sentire la propria voce;
  • seminari per prevenire la violenza di genere e consentire alle vittime di chiedere giustizia; sessioni informative sulla Legge Nazionale 348/2013 (violenza contro le donne).

FMSI è al fianco dell’Istituto dei Fratelli Maristi, in particolare della Provincia Marista di Santa Maria de los Andes, determinata a realizzare questo progetto come continuazione delle molteplici azioni di advocacy attuate in Bolivia e come parte vitale della sua presenza strategica in Sud America, volta a migliorare l’accesso ai diritti soprattutto a favore dei bambini e dei giovani in condizioni di svantaggio.

Lascia un commento