La Congregazione Marista in Cile vive un anno speciale, quest’anno ricorrono i 200 anni dalla fondazione del loro Istituto. Lo scorso 2 e 3 novembre presso la Scuola Marista di Santiago si è tenuto il “Congreso Marista de Educación”, un esempio di formazione, riflessione e fraternità delle comunità educative mariste.

Al “Congreso Marista de Educación” hanno partecipato Direttori di sezione, coordinatori di animazione, educatori, delle 12 scuole mariste in Cile,  dove vengono aiutati più di 16.000 studenti di tutto il paese. L’incontro si è svolto intorno a tre assi del Modello Educativo Evangelizzatore: l’asse pedagogico, l’asse evangelizzatore e l’asse della gestione scolastica Marista. L’obiettivo generale del congresso inquadrare e visualizzare l’istruzione Marista inserendola nei giorni nostri, in un contesto di cambiamento culturale e sociale. Più nello specifico, durante il congresso, si sono esplorate le diverse tendenze delle scuole cattoliche del paese, si sono analizzate criticamente le prospettive dello sviluppo del curriculum Marista nelle scuole, sono stati forniti i criteri per la costruzione di una leadership scolastica basata sul carisma e sul Vangelo e si è messo in risalto l’importanza di facilitare il dialogo e l’ascolto con i bambini.

Anche Álvaro Sepúlveda, fratello Marista con licenza di Educazione e Professore di Religione dell’Università Cattolica Silva Henríquez e laureato in Psicologia e Psicologia dell’Università Alberto Hurtado, ha partecipato al Congresso, con un suo personale intervento.

È indiscutibile che la realtà nazionale e internazionale sia cambiata rapidamente negli ultimi decenni e nulla indica che questo processo si  fermerà a breve. Come è accaduto in altri momenti storici, l’educazione gioca oggi giorno un ruolo cruciale.

A partire dai dati presentati dall’Osservatorio Infanzia e Adolescenza negli ultimi anni, si possono evidenziare alcuni elementi chiave che costituiscono il diritto all’istruzione:

  • Qualità
  • Accesso: abbattere le barriere che ancora esistono per bambini, ragazze e adolescenti all’interno del sistema scolastico.
  • Rispetto: quali tipi di relazioni dovremmo promuovere nell’ambiente educazione in modo che la dignità dei bambini sia garantita.
  • Senso: quali obiettivi ha la scuola cattolica come parte del mondo attuale.

Sono state presentate le sfide che il Cile affronterà, a partire dalle raccomandazioni formulate dai meccanismi delle Nazioni Unite (Consiglio del Diritti dell’uomo e la commissione per i diritti del fanciullo) e le sfide assunte dall’educazione marista dal messaggio del XXII Capitolo Generale.

 

Lascia un commento