Dai documenti FMSI emerge che più del 70% dei bambini peruviani ha subito violenze, in Ghana gli insegnanti risultano inadeguati, mentre in Argentina urge un rafforzamento sul fronte della giustizia, a tutela delle vittime di abusi.

FMSI si siede nuovamente al tavolo di Ginevra per la ventottesima sessione di Revisione Periodica Universale presentando i rapporti per Perù, Ghana e Argentina. Dal 6 al 17 novembre, nella città Svizzera, ci sarà il Gruppo di Lavoro UPR. FMSI partecipa all’evento inserendosi nei dibattiti del 6, 7 e 8 novembre.

Perù

Più del 70 % dei bambini peruviani ha subito violenze fisiche o psicologiche da parte di parenti. FMSI e Edmund Rice International hanno presentato insieme un rapporto sui diritti umani, concentrandosi sui diritti infantili dei bambini e degli adolescenti che vivono nella città di Lima. In accordo con gli studi dell’UNICEF si è constatato che i parenti e le persone più vicine ai bambini e agli adolescenti, che dovrebbero proteggerli e aiutarli nel percorso di crescita, sono i principali responsabili delle aggressioni fisiche e psicologiche. FMSI e ERI raccomandano nel loro rapporto che si applichino le leggi adeguate per far fronte a un tasso così alto di violenza domestica. Perù UPR submission.

Ghana

FMSI presenta anche il rapporto per il Ghana poiché, dal punto di vista scolastico, ci sono molte problematiche sia per quanto riguarda gli insegnanti, che spesso non hanno le conoscenze e le capacità adeguate all’insegnamento, sia per quanto riguarda i fondi che lo stato stanzia per il sistema scolastico. Secondo il rapporto, il Ghana non investe una giusta somma nel suo sistema scolastico, in particolare modo nelle zone rurali. Bisogna monitorare maggiormente il sistema e i meccanismi che riguardano le scuole del Ghana. Bisognerebbe rendere la scuola primaria libera e accessibile per tutti i bambini. Nel rapporto, inoltre, FMSI porta alla luce l’importanza di formare al meglio gli insegnanti.

Argentina

FMSI, Vivat International e Edmund Rice International presentano insieme il rapporto per l’Argentina. Nel rapporto si analizza la situazione dei diritti infantili nella provincia di Buenos Aires. Il lavoro scritto dalle tre ONG si sviluppa su due punti principali: l’abuso sessuale e la violenza in tutte le sue forme nei confronti dei bambini e la mancanza di un difensore dei diritti dei bambini e degli adolescenti nello stato argentino. Dal rapporto presentato si evince che è necessario che l’Argentina si migliori e riesca a elaborare e applicare politiche per un accesso alla giustizia per le vittime di violenza domestica, si sottolinea inoltre l’importanza di instaurare dei servizi gratuiti, un’assistenza giuridica adeguata, un’attenzione psicologica e dei rifugi per le vittime di abusi e violenze.  Revisione Periodica Universale – Argentina.

Lascia un commento