• Post category:FMSI
  • Post comments:0 Commenti

Dopo tre anni come gruppo di lavoro congiunto, alla fine del 2019 si realizzerà la prima parte dell’accordo tra FMSI, l’Università Cattolica Papale di Paraná (PUC PR) e l’OEA (l’ente specializzato nell’infanzia per l’Organizzazione americana degli Stati – OEA ) il cui obiettivo è combattere la violenza sui minori.

Uno degli scopi di questo progetto, istituito nel 2016, è quello di indagare su come sradicare la violenza sui bambini in America Latina. Nel 2017, un’educatrice, Ana María Eyng (del PUC PR) ha visitato sei programmi che lavorano con persone vulnerabili in Brasile, Messico, Guatemala e Cile. Ha intervistato oltre 300 individui tra bambini, adolescenti, genitori, madri e professionisti coinvolti. Dei 6 programmi analizzati, due coinvolgono i Fratelli Maristi:

  • Comunità marista: situata nella città di San Paolo, in Brasile.
  • Truce- Programmi comunitari maristi: un’iniziativa realizzata dalla Fondazione Marista per la Solidarietà (GESTA) in Cile.

I risultati preliminari dell’indagine – che ha identificato determinati fattori per i bambini a rischio – sono stati presentati durante l’Assemblea della Rete Internazionale Marista delle Istituzioni per l’Istruzione Superiore a Lima, in Perù, che si è svolta dal 1 ° al 6 aprile.

Con l’obiettivo di garantire che anche i bambini e gli adolescenti possano essere informati sull’argomento, così come i riassunti esecutivi tradotti in portoghese, inglese e spagnolo, è disponibile una versione user-friendly prodotta dagli studenti della Marist School Santa María ( Montevideo, Uruguay).

La lotta contro la violenza è un tema chiave per l’Istituto marista sin dalla sua fondazione. L’intuizione fondamentale di Marcellino Champagnat nacque dallo shock che provò nel vedere l’uso della punizione corporale da parte di un’insegnante in una scuola rurale in Francia all’inizio del XIX secolo. Fino alla fine della sua vita, Padre Champagnat ha trasmesso ai suoi educatori maristi l’importanza di sradicare l’abuso fisico e psicologico nelle scuole.

Lascia un commento