Le “Nazioni Unite” sono nate ufficialmente nel 1945. Un’organizzazione che era già in fase di realizzazione da anni. La Seconda guerra mondiale stava per finire e molti paesi stavano scoprendo la necessità di cercare la pace, una pace duratura.

In quell’ormai lontano 1945, un gruppo di 50 paesi si riunì per redigere la Carta delle Nazioni Unite, con la quale i paesi firmatari entrarono a far parte di questa organizzazione con l’obiettivo principale di evitare che si verificasse un’altra guerra mondiale.

Tutti sappiamo come le Nazioni Unite, in tutti questi anni, si sono impegnate a lavorare per mantenere la pace, la sicurezza, fornire aiuti umanitari, proteggere i diritti.

Negli ultimi anni, le Nazioni Unite hanno anche promosso la cura del nostro pianeta, in questo caso attraverso gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per il 2030. Non solo vogliono garantire la pace, la sicurezza e i diritti di tutte le persone, ma vogliono anche prendersi cura del pianeta, per prendersi cura di coloro che soffrono di più le conseguenze del cambiamento climatico.

Come Maristi di Champagnat, anche noi siamo presenti alle Nazioni Unite, attraverso FMSI. FMSI ha ottenuto la certificazione ECOSOC che le permette di avere voce all’ONU attraverso vari meccanismi di partecipazione: l’elaborazione dell’UPR, la partecipazione alla Giornata di Discussione Generale, la partecipazione al Consiglio dei Diritti Umani… Questo status permette anche di essere presenti in diversi think tank e gruppi di difesa a livello locale e in diversi paesi.

Molti laici e fratelli e sorelle lavorano a favore dei diritti umani, specialmente dei diritti dei bambini. Sono state stabilite alleanze con altre organizzazioni, della società civile e della Chiesa, che facilitano un’efficacia maggiore nella difesa dei diritti.

FMSI e il Segretariato di Solidarietà, così come l’Amministrazione Generale, si impegnano a continuare a lavorare nella difesa dei diritti umani, in particolare quelli dei bambini e dei giovani. A tal fine, si stanno sviluppando progetti che combinano l’azione politica a livello delle Nazioni Unite e azioni concrete in alcuni dei paesi dove sono presenti i Fratelli Maristi. I progetti in Papua Nuova Guinea e Bolivia, che sono in pieno sviluppo al momento, sono interessanti a questo proposito.

Le Nazioni Unite e i meccanismi di partecipazione che offrono ci aiutano a fare passi in quello che ci ha chiesto l’ultimo Capitolo Generale, creando ponti, rafforzando la nostra famiglia globale, a partire dal fermo impegno “nella promozione e difesa dei diritti dei bambini”.

All’ONU abbiamo l’opportunità di continuare a lavorare a favore dei bambini e dei giovani più bisognosi del nostro mondo, difendendo i loro diritti, promuovendo la dignità di ogni persona e la cura della nostra casa comune.

Grazie a tutti i fratelli e le sorelle, le donne e gli uomini laici che sono impegnati nella loro vita e missione.

FMSI: Fondazione Marista per la Solidarietà Internazionale, fondata il 24 ottobre 2007. FMSI ha lo status ECOSOC, concesso dalle Nazioni Unite a certe organizzazioni della società civile che svolgono un ruolo importante nel lavoro sui diritti umani.

Fr. Ángel Diego García Otaola – Director of the Secretariaty of Solidarity

Lascia un commento