Lo scorso 14 agosto un terribile terremoto ha squassato di nuovo il territorio di Haiti con una magnitudo ancora più forte di quello del 2010, lasciando dietro di sé nuova povertà e distruzione. La zona interessata è stata quella della Grand’Anse, dove sono presenti le comunità e le scuole mariste. I Fratelli si sono subito attivati per aiutare la popolazione. Molte delle famiglie del luogo hanno avuto la casa distrutta o seriamente danneggiata e hanno bisogno di assistenza alimentare per vivere.

Al momento sono state identificate 145 famiglie in particolare stato di necessità – per un totale di 580 persone – che, con il sostegno di FMSI in collaborazione con Maristen Solidarität International (Germania) e la Provincia Marista Mediterranea, riceveranno beni alimentari per un periodo di un mese. I Fratelli di Haiti provvederanno alla distribuzione e al monitoraggio delle famiglie presso le località di Dame Marie, Les Cayes, Latiboliere.

Una parte delle famiglie sfollate è alloggiata presso strutture mariste o nelle immediate vicinanze: 35 di esse vivono dentro il Collegio Alexandre Dumas di Latiboliere, mentre altre sono accampate intorno alle case Mariste di Jeremie e Dame Marie. Ci sono poi famiglie di alunni delle scuole mariste che vivono presso parenti o famiglie vicine. Infine, 50 famiglie appartengono ad una comunità isolata, raggiungibile solo a piedi, rimasta fuori dall’aiuto da parte del Governo o di altre organizzazioni.

L’assistenza prevede la distribuzione di pacchi contenenti alimenti di prima necessità come riso, pasta, olio, cibo in scatola e la fornitura di articoli per l’igiene personale.

Il progetto è in sinergia con la campagna di sostegno per la popolazione di Haiti lanciata e coordinata dai Maristi del Messico centrale.

Lascia un commento