A un anno dal grande esodo, un triste bilancio quello dei bambini Rohinga riusciti a fuggire in Bangladesh dopo le violenze subite in Myanmar. Uno su due è rimasto orfano e ha visto uccidere la propria famiglia.

Ora nel campo di Cox’s Bazar, tra le mille difficoltà della carenza di cibo e cure, si sono creati degli spazi per questi bambini disperati e traumatizzati, curati da psicologi e assistenti.

Perché possano sfuggire al traffico di esseri umani e ritrovare la loro infanzia perduta. FMSI ha contribuito al sostegno di queste operazioni di salvamento e cura.

Sostieni la nostra opera di salvaguardia dei diritti dei minori, aiuta questa umanità ferita e abbandonata.

Lascia un commento