Pachita

CHI È PACHITA

Pachita rappresenta tutti i bambini che, in questi dieci anni di impegno di FMSI, hanno potuto curarsi, studiare e giocare nonostante guerre e povertà. Pachita è una di noi. Ha un cuore grande che ci regala la speranza di un futuro più giusto ed un mondo che possa essere più a misura di bambino.

Celebra con noi la Giornata dei Diritti dell’Infanzia e i 10 anni di FMSI

LA CONFERENZA

Il 20 novembre è un giorno importante: in tutto il mondo si festeggia infatti la 27esima Giornata Internazionale per i diritti dell’infanzia.

Nel 1989 l’Onu approvò infatti la Convenzione per la tutela nel mondo del diritto dell’infanzia e dell’adolescenza che tutela il diritto dei bambini alla vita, alla salute e alla possibilità di beneficiare del servizio sanitario, il diritto di esprimere la propria opinione e ad essere informati.

Noi di FMSI abbiamo pensato di celebrarla con un’iniziativa dal titolo “Children on the move… diritti senza confini” che riunirà il mondo delle Ong che si occupano di infanzia, che interverranno per confrontarsi sui temi inerenti ai diritti dei minori; al termine di questa iniziativa verrà prodotto un paper congiunto da presentare a Ginevra. Questa iniziativa intende gettare le basi per una partnership internazionale che possa incidere su questi temi a livello di Nazioni Unite.

Nella stessa giornata presso la galleria Colonna a Roma sarà esposta una mostra, risultato di un concorso fotografico promosso da FMSI.

IL CONCORSO

In occasione del decimo anno dalla nascita della Fondazione Marista per la Solidarietà Internazionale Onlus, abbiamo proposto ai bambini dell’universo Marista, un photo contest “Children on the move… il tuo mondo in uno scatto”.. Con questo progetto didattico si intende sollevare il tema dell’infanzia “in movimento”: migrazioni dei bambini e adolescenti da un Paese all’altro, soli o accompagnati; spostamenti del nucleo familiare all’interno di una stessa Nazione o, più semplicemente, quotidiani percorsi casa-scuola, talvolta in condizioni di sicurezza, talvolta in situazioni di rischio. Inoltre il concorso mirava a sollevare il tema più generale dei diritti dei bambini e degli adolescenti nel mondo, che devono essere riconosciuti a prescindere dalle condizioni di vita, di genere, di status. Tale evento ha voluto incoraggiare dunque gli studenti, di varie fasce d’età, a raccontare la propria realtà, utilizzando linguaggi diversi. La premiazione del concorso e l’esposizione degli scatti è prevista il 20 novembre, in occasione della Giornata Mondiale dei diritti dei bambini.

Scarica qui il regolamento del concorso.

IL RAPPORTO

Non ci sono bastati un concorso e gli Stati Generali delle Ong, per festeggiare questi dieci anni spesi a combattere le disuguaglianze e a promuovere l’istruzione. Per celebrarli al meglio abbiamo pensato a un Report che li raccontasse. Un Report speciale, fatto di storie e testimonianze, immagini e atmosfere che facessero davvero capire a tutti come il mondo Marista operi nel mondo. Perché si tratta di numeri importanti. Infatti l’azione di solidarietà marista è arrivata in 59 paesi del mondo, con 256 progetti, più di 6 milioni di euro messi in campo per azioni di inclusione, educazione, giustizia sociale, cooperazione allo sviluppo, tutti volti al riconoscimento dei bambini ed adolescenti come parte attiva e capace di profondo cambiamento della società e comunità locali. Su un euro donato alla Fondazione, 91 centesimi vanno in azioni dirette a tutela e supporto dell’infanzia e dei suoi diritti; 9 centesimi al funzionamento della “macchina”. I bambini sono i depositari di un’idea di società migliore e proprio per questo abbiamo scelto che una bambina (la nostra Pachita immaginaria) ci accompagnasse in questo viaggio attraverso i “primi” dieci anni di lavoro FMSI.

Chiudi il menu

The Institute of the Marist Brothers (FMS: Fratres Maristae a Scholis), founded in France in 1817 by St. Marcellin Champagnat, is the second largest congregation of Brothers in the Catholic Church.  

An encounter with a dying young man, Jean-Baptiste Montagne, who knew nothing of his faith and was barely able to read, proved to be the defining moment for Marcellin Champagnat.  Soon after the boy’s death, St. Marcellin put into motion his vision.  “We need brothers,” he said, who will give their lives in the service of children and young people, especially those most in need and neglected by society.  

Champagnat, a man of great faith and trust in God’s providence, dedicated his early followers to Mary, sending them among young people, especially those least favored, to “make Jesus known and loved.”  The initial focus of his work was to provide education for children in rural, areas since this was a pressing need at the time, and provided an opportunity for their faith development.  

Today the community numbers about 3,000 members.  They are joined by a network of nearly 40,000 lay people and reach over 700,000 children and young people in 80 countries.  You will find this Marist network working in schools and universities, pastoral and social centers, youth movements and youth programs and wherever they find young people most in need.

El Instituto de los Hermanos Maristas (FMS: Fratres Maristae a Scholis), fundado en Francia en 1817 por San Marcelino Champagnat, es la segunda congregación de hermanos más numerosa de la Iglesia Católica.

Un encuentro con un joven moribundo, Jean-Baptiste Montagne, que no sabía nada acerca de su fe y que era apenas capaz de leer, se reveló como el momento decisivo para Marcelino Champagnat. Inmediatamente después de la muerte del niño, San Marcelino puso en práctica su visión. “Necesitamos hermanos”, dijo, que den sus vidas al servicio de los niños y jóvenes, especialmente los más necesitados y olvidados por la sociedad.

Champagnat, un hombre de gran fe y confianza en la providencia de Dios, consagró sus primeros seguidores a María, enviándoles entre los jóvenes, especialmente los más desfavorecidos para “dar a conocer a Jesús y hacerlo amar”. El primer objetivo de su trabajo fue ofrecer una educación a los niños de las zonas rurales, porque era una necesidad urgente en aquel tiempo, ofreciéndoles así una oportunidad para crecer en la fe.

En la actualidad los miembros de la congregación son unos 3.000. Junto a ellos trabaja una red de unos 40.000 laicos que atienden a más de 700.000 niños y jóvenes en 80 países. Esta red marista trabaja en colegios y universidades, centros sociales y  pastorales, movimientos juveniles y programas de formación para la juventud y en cualquier lugar en el que encuentren jóvenes necesitados.

Congregazione dei Fratelli Maristi (FMS: Fratres Maristae a Scholis) fu fondata in Francia nel 1817 da S. Marcellino Champagnat ed è oggi la seconda congregazione maschile (di fratelli) della Chiesa per numero di professi.
L’incontro con Jean-Baptiste Montagne, un giovane di 17 anni in punto di morte, analfabeta e senza formazione religiosa, fu un momento cruciale per Marcellino Champagnat. Poco dopo la morte del giovane, egli volle dare seguito ad un’idea che gli era balenata in seminario. “Abbiamo bisogno di fratelli”, disse, “che diano la loro vita per il servizio ai bambini e ai giovani, specialmente quelli più bisognosi e dimenticati dalla società”.
Champagnat, un uomo di grande fede e fiducia nella Provvidenza divina, consacrò i suoi primi seguaci a Maria e li mandò tra i giovani, specialmente i più emarginati, per “far conoscere ed amare Gesú”. Fin dall’inizio la sua missione fu incentrata su bambini n età scolare delle zone rurali, poiché l’istruzione era una necessità urgente al tempo e poiché rappresentava una formidabile opportunità di evangelizzazione.
Oggi la Congregazione annovera circa 3.000 religiosi affiancati da quasi 40.000 laici; insieme essi assistono più di 700.000 bambini e giovani in 80 paesi del mondo.
I Maristi, religiosi e laici, prestano la loro opera in scuole e università, centri pastorali e sociali, movimenti e programmi giovanili e ovunque ci siano bambini e giovani bisognosi da assistere
.