Il tuo aiuto fa la differenza

AZIENDE

Fare impresa insieme per garantire il futuro.

FMSI offre alle aziende l’opportunità di collaborare a sostegno dei propri progetti mediante una serie di attività da realizzare insieme:

Donazione Filantropica

Con una donazione l'azienda può contribuire direttamente al funzionamento di un progetto specifico che potrà essere “adottato” e seguito direttamente dall’azienda.

Raccolta di punti e carte fedeltà

Le aziende che utilizzano strumenti di fidelizzazione possono inserire FMSI come beneficiario dei loro programmi fedeltà.

Joint Promotion

Destinazione di una parte dei risultati di vendita di uno specifico prodotto/servizio a un progetto di FMSI.

Raccolte fondi con e tra dipendenti

Libera donazione trattenuta direttamente dallo stipendio il cui importo equivale a una o più ore di lavoro.

Sponsorizzazione di Iniziative

Sostegno economico nell'organizzazione di iniziative, mostre, conferenze e spettacoli, contributi per la realizzazione di cataloghi, pubblicazioni, video, film.

Matching Gift

Donazione dell’azienda a fronte della donazione equivalente del dipendente.

Sponsorizzazione tecnica

Sostegno attraverso la donazione di beni o servizi messi a disposizione gratuitamente. Ad esempio, prodotti, spazi pubblicitari, strutture e service per allestimento di mostre, di stand o di eventi.

Attività di team building sociale

Per il coinvolgimento dei dipendenti, migliorare il clima interno e sviluppare il senso di appartenenza verso la propria azienda organizziamo attività di team building.
Benefici fiscali per le aziende

Tutte le donazioni a favore di FMSI sono fiscalmente deducibili o detraibili secondo i limiti indicati dalla legge, purché siano effettuate attraverso bonifici bancari, versamenti in conto corrente postale, assegni circolari o bancari intestati a Fondazione Marista per la Solidarietà Internazionale – Onlus recanti la clausola "non trasferibile", carte di credito, anche prepagate.
FMSI è una Ong (organizzazione non governativa) ai sensi della legge n. 125/2014 ed è una Onlus (organizzazione non lucrativa di utilità sociale) ai sensi del d.lgs. n. 460/97.

Benefici fiscali per le imprese
Rif.: art. 14, decreto legge n. 35/2005
Le liberalità in denaro o in natura erogate da enti soggetti all'imposta sulle società (I.Re.S.) in favore delle Onlus sono deducibili fino al 10% del reddito complessivo e comunque non oltre 70.000 €/anno.
NB: l'art. 99 del D.Lgs. 117/2017 (riforma del terzo settore) ha soppresso questa possibilità dal 3 agosto 2017 sino al 31.12.2017; contemporaneamente le disposizioni citate vengono riprese e migliorate, con effetto dal 1° gennaio 2018: si tratterebbe quindi di una mera svista di coordinamento del legislatore, alla quale si è già manifestata l'intenzione di ovviare mediante un intervento esplicativo/rettificativo.
In alternativa
Rif.: art. 100, comma 2, lettera a) d.P.R. 917/86
Sono deducibili le erogazioni liberali a favore di organizzazioni non governative, per un ammontare complessivamente non superiore al 2% del reddito d'impresa dichiarato.
Rif.: art. 100, comma 2, lettera h) d.P.R. 917/86
Sono deducibili  le donazioni a favore delle ONLUS per un importo non superiore al 30.000 euro o al 2% del reddito d'impresa dichiarato (art.100, comma 2 lettera h del D.P.R. 917/86).
Rif.: art. 27, legge 133/99 e d.p.c.m. 20/06/2000
Sono deducibili le erogazioni liberali in denaro o in natura in favore delle popolazioni colpite da eventi di calamità pubblica o da altri eventi straordinari anche se avvenuti in altri Stati, per il tramite (anche) delle organizzazioni non governative (non vi sono limiti massimi di deducibilità)

Close Menu

Congregazione dei Fratelli Maristi (FMS: Fratres Maristae a Scholis) fu fondata in Francia nel 1817 da S. Marcellino Champagnat ed è oggi la seconda congregazione maschile (di fratelli) della Chiesa per numero di professi.
L’incontro con Jean-Baptiste Montagne, un giovane di 17 anni in punto di morte, analfabeta e senza formazione religiosa, fu un momento cruciale per Marcellino Champagnat. Poco dopo la morte del giovane, egli volle dare seguito ad un’idea che gli era balenata in seminario. “Abbiamo bisogno di fratelli”, disse, “che diano la loro vita per il servizio ai bambini e ai giovani, specialmente quelli più bisognosi e dimenticati dalla società”.
Champagnat, un uomo di grande fede e fiducia nella Provvidenza divina, consacrò i suoi primi seguaci a Maria e li mandò tra i giovani, specialmente i più emarginati, per “far conoscere ed amare Gesú”. Fin dall’inizio la sua missione fu incentrata su bambini n età scolare delle zone rurali, poiché l’istruzione era una necessità urgente al tempo e poiché rappresentava una formidabile opportunità di evangelizzazione.
Oggi la Congregazione annovera circa 3.000 religiosi affiancati da quasi 40.000 laici; insieme essi assistono più di 700.000 bambini e giovani in 80 paesi del mondo.
I Maristi, religiosi e laici, prestano la loro opera in scuole e università, centri pastorali e sociali, movimenti e programmi giovanili e ovunque ci siano bambini e giovani bisognosi da assistere
.